ACCAVALLARE LE GAMBE FA DAVVERO MALE?


ACCAVALLARE LE GAMBE FA DAVVERO MALE?

gambe accavallate

Il gesto di accavallare le gambe è considerato da molti simbolo di sensualità, ma c’è chi le accavalla solo per il fatto che trova comodo farlo, soprattutto fra coloro che passano molto tempo seduti. Accavallare le gambe pero’ non dovrebbe diventare un’abitudine, in quanto può creare problemi alla colonna vertebrale, quindi anche dolori oltre a rallentare la circolazione sanguigna.

Perché bisognerebbe evitare di accavallare le gambe?

Chi rimane spesso con le gambe accavallate per tempi prolungati, può avvertire una fastidiosa tensione lombare. Questo accade perché tale postura è innaturale.

Qual è la postura ideale?
Per evitare qualunque tipo di problema posturale e di avvertire fastidiose tensioni alla schiena è necessario tenere una postura corretta. Quella ideale prevede:

schiena dritta
piedi appoggiati a terra
sguardo puntato in direzione frontale a sé
Quali problemi può causare una postura scorretta?
Il più delle volte si tende ad adottare una posizione non propriamente comoda, con il peso spostato tutto su un lato, schiena inarcata e infine gambe accavallate. Queste posture scorrette possono far insorgere dolore non solo nella zona lombare, ma anche fino al collo. Infatti, tenendo le gambe accavallate si fa compiere alla spina dorsale una torsione che nulla ha a che vedere con la postura naturale.

Cosa fare in caso di vita sedentaria?
Spesso, il lavoro e la quotidianità portano le persone a una vita troppo sedentaria. Che sia in ufficio o a casa, dopo troppe ore passate sulla sedia è sempre consigliabile eseguire qualche esercizio di stretching in piedi. Non solo la schiena, ma anche il cuore e la circolazione sanguigna ne potranno trarre dei benefici!

Come si possono far riposare le gambe?
Moltissime persone soffrono di stanchezza alle gambe. Alle volte, il dolore è talmente forte da avere la sensazione di non riuscire a camminare. In questi casi, esistono dei rimedi molto semplici e veloci da fare in casa, per alleviare i sintomi delle gambe stanche:

Riempire un secchio di acqua tiepida, assicurandosi che non sia bollente, aggiungere un cucchiaio di sale e immergere le gambe nell’acqua per circa 15-20 minuti. Con questo metodo si potrà avere un sollievo immediato dalle gambe stanche.

Se non si ha a diposizione il tempo necessario per immergere le gambe nell’acqua tiepida, si può approfittare della doccia. Durante tutto il lasso di tempo in cui si sta sotto la doccia, infatti, è consigliabile assicurarsi di avere le piante dei piedi immerse in acqua tiepida e ripetere le immersione ad intervalli regolari e frequenti. Questo procedimento lascerà una sensazione di formicolio ai piedi, ma allevierà i sintomi delle gambe stanche in maniera praticamente immediata.

In caso di crampi, uno dei metodi migliori per alleviarne il dolore consiste nel premere i polpastrelli nel muscolo affetto dal crampo per 15-20 secondi. Così facendo, si avrà un sollievo immediato dal crampo. Dopo l’episodio, si consiglia di fare stretching e di piegare lentamente le ginocchia. Inoltre, se si hanno spesso dei crampi è necessario bere molta acqua.

Bere prima di andare a dormire succo d’arancia con un cucchiaio di olio di fegato di merluzzo.
Bere una tisana di miele e succo di limone, possibilmente tiepida.
Includere nella propria dieta alimenti ricchi di calcio, fibre, proteine e vitamina E.
Applicare impacchi di ghiaccio sulle articolazioni, per 10-15 minuti, tenendo le gambe sollevate rispetto al resto del corpo.

Tenere un cuscino sotto i piedi mentre si dorme aiuta a alleviare gran parte del dolore e della stanchezza alle gambe.
Usare creme e spray a base di sostanze naturali (centella, escina da ippocastano, meliloto), che favoriscono il microcircolo grazie a una azione defaticante e rinfrescante su gambe stanche e pesanti. Come ulteriore consiglio, è bene tenere questi prodotti in frigo per potenziarne l’azione decongestionante.

Oltre a tutti i rimedi casalinghi forniti in questo articolo è importante ricordarsi di seguire i consigli basilari, come avere sufficienti ore di riposo ed evitare i tacchi alti quando si avvertono le gambe pesanti o comunque di preferire le scarpe basse.