CAPELLI GRASSI: LE CAUSE ED I RIMEDI NATURALI

CAPELLI GRASSI: LE CAUSE ED I RIMEDI NATURALI

capelli-grassi

I capelli sono una parte importante del nostro corpo, in quanto, in molte occasioni costituiscono il nostro biglietto da visita. Al riguardo, un problema molto diffuso, soprattutto tra le donne, è quello dei capelli grassi, che appaiono spenti, unti e dall’aspetto intoccabile.

Ciò avviene a causa di un eccesso di sebo prodotto dalle ghiandole sebacee che riveste i capelli facendoli diventare oleosi. Alla base di tale fenomeno possono esserci squilibri ormonali, lavaggi frequenti o con shampoo aggressivi, disturbi digestivi o alimentari, stress, ansia, alimentazione scorretta.

Uno degli errori più comuni che vengono fatti, è quello di lavare i capelli con uno shampoo aggressivo, molti infatti sono convinti che usando uno shampoo forte e aggressivo elimineranno il sebo dando ai capelli un aspetto meno oleoso, ma non c’è niente di più sbagliato! In quanto, questo tipo di shampoo sgrassa completamente il capello, inducendo la ghiandola a produrre ancora più sebo.

Appare inoltre, opportuno, evitare di toccare in continuazione i capelli e poi il viso e viceversa, di asciugare i capelli con il phon troppo vicino, ciò infatti potrebbe seccare i capelli e indurre le ghiandola a produrre ancora sebo, e infine evitare di spazzolarli troppo spesso, per non distribuire il sebo su tutti i capelli.

Vi sono in ogni caso alcuni rimedi naturali che possono aiutarvi a combattere questo disturbo, qui di seguito vi elenchiamo alcuni consigli e rimedi che possono aiutarvi.


In primo luogo è opportuno utilizzare uno shampoo delicato e non aggressivo. Al riguardo sono molto utili per riequilibrare il sebo, lo shampoo all’ortica, argilla ed aloe vera. Particolare attenzione va fatta per lo shampoo al catrame e allo zolfo, in quanto, sebbene molti li consigliano possono seccare eccessivamente il capello. Molto utile è anche lo shampoo fai da te, con la farina di ceci, acqua, aceto di mele e succo di limone, per prepararlo occorrono 3 o 5 cucchiai di farina di ceci a seconda della lunghezza, 200 ml di acqua e 2 cucchiai di aceto di mele e succo di limone.

Un rimedio efficace contro i capelli grassi è anche il bicarbonato di sodio. Spazzolate bene i capelli e cospargete il bicarbonato alla radice dei capelli, lasciatelo agire per circa 5 minuti, in modo da consentire al bicarbonato di assorbire il grasso in eccesso, poi procedete con il lavaggio dei capelli utilizzando il vostro shampoo.

Molto utili sono anche gli impacchi di limone e quello alla menta e aceto. È noto infatti che il limone ha proprietà sgrassanti ed è consigliato per chi ha i capelli grassi perché tende a seccarli, ma è anche utile per dare lucidità al capello e a schiarirlo. Prima dell’ultimo lavaggio con lo shampoo applicare del succo di limone sui capelli ancora bagnati e lasciare agire per alcuni minuti. Poi sciacquare i capelli con l’acqua. Non rimarrà nessun odore e i capelli saranno lucenti, in salute e meno grassi.

Per preparare l’impacco di menta e aceto, fate bollire la menta e mixarla con l’aceto di mele, mettete poi l’impacco sui capelli e chiudete il tutto con della pellicola. Lasciate agire per 10 minuti. Risciacquate e procedete con il normale lavaggio.

Molto efficaci sono anche i risciacqui con l’aceto di mele. Diluite circa 8-10 cucchiai d’aceto in un litro d’acqua tiepida. Dopo lo shampoo risciacquate i capelli con l’acqua e aceto, lasciate agire per qualche secondo, poi sciacquate i capelli con l’acqua tiepida. Questo trattamento si può ripetere anche 2 volte a settimana.

Un ruolo fondamentale è rappresentato anche dall’alimentazione. Un’alimentazione corretta e bilanciata, un consumo quotidiano di frutta e verdura fresca, aiuta ad apportare le giuste quantità di sali minerali e vitamine, necessarie per la salute dei capelli.

In particolare si dovrebbe preferire il consumo di pesce azzurro, salmone e noci che contengono omega 3 e omega 6. Il consumo di agrumi ed asparagi che contengono vitamina C ed vitamina E. Cistina e lisina che aiutano a sintetizzare la cheratina, contenuta nelle carni rosse e pesce. Taurina ed arginina contenute in uova e pesce. E gli alimenti che contengono vitamina A, quelli che contengono vitamina B, gli alimenti che contengono la vitamina B2 e quelli che contengono la vitamina B5.

Da evitare invece gli insaccati, gli alimenti grassi e fritti, il latte e i suoi derivati.
FONTE : https://www.portalebenessere.com/



Condividi: