DIETA DISINTOSSICANTE: ECCO COME SI PUO’ DIMAGRIRE ELIMINANDO LE TOSSINE DAL NOSTRO ORGANISMO


DIETA DISINTOSSICANTE: ECCO COME SI PUO’ DIMAGRIRE ELIMINANDO LE TOSSINE DAL NOSTRO ORGANISMO

dieta-disintossicante

Questa è una dieta specifica per chi si sente spesso gonfio, ha difficoltà digestive e non riesce a dimagrire, spesso la difficoltà nel perdere peso è dovuta ad un accumulo di tossine in fegato e stomaco, disintossicando questi è possibile perdere anche peso. In pratica una dieta con doppio risultato, da sapere che questa dieta deve essere seguita solo da persone adulte con una buona salute e per non più di tre giorni.

La versione estrema della dieta disintossicante prevede pasti a base di un unico alimento, in genere un frutto. Tipicamente in questi casi si utilizza l’ananas, il frutto che più di ogni altro aiuta a depurare. Dall’ananas si attendono miracoli, poichè contiene la famosa bromelina che stimola la diuresi, e viene quindi osannato come panacea contro i mali della ciccia e del gonfiore.

E quindi ananas a colazione, a merenda, a pranzo e a cena: per più di due giorni non si può e non si deve fare, perché il frutto sarà anche dolce, rinfrescante e ‘stimolatore di plin plin’, ma non può sostituire tutti i nutrienti che rendono l’alimentazione completa.

Meglio dunque optare per una dieta disintossicante meno estrema anche se efficace allo stesso tempo

Dieta disintossicante, le indicazioni
Per aiutare il nostro organismo a liberarsi delle sostanze inquinanti e dall’accumulo di tossine durante l’inverno, in vista della bella stagione,sono necessarie alcune regole ben precise migliorando pelle, capelli e difese immunitarie.
Inoltre la dieta disintossicante contrasta la ritenzione idrica, l’attacco di funghi e batteri, l’asma e i danni da additivi chimici e pesticidi, prediligendo cibi biologici e privi di residui tossici.

La dieta disintossicante prevede molta frutta e verdura e prodotti della terra, salvaguardando qualità e integrità dei nutrienti anche grazie alla scelta di sistemi di cottura semplici e benefici (vapore, piastra, bollitura).

Molti prodotti alimentari trasformati comunemente prodotti dalla moderna industria alimentare rischiano di falsare il palato e creare carenze nutrizionali, favorendo l’insorgenza di patologie come il diabete, l’artrite o l’obesità.
Le sostanze chimiche e i cibi sofisticati “drogano” il nostro organismo che si assuefà ai loro odori e sapori, ma spesso ciò che si mangia e che ci sembra salutare e benefico non lo è affatto.
La dieta disintossicante, pertanto, si propone anzitutto 2 obiettivi:

“Ripulire” l’organismo
“Ridare” al corpo il giusto apporto di vitamine e minerali e antiossidanti utili nel processo di disintossicazione.
Controindicazioni alimentari: mangiando il cibo sbagliato, l’organismo ne risente: la pelle diventa spenta, la digestione si affatica… ma è possibile recuperare.

Dieta disintossicante, le regole

Non bere alcolici e nemmeno bibite gassate
Eliminare i dolci, la carne, le uova, il pesce, gli insaccati e le fritture
Ridurre almeno in parte il consumo di prodotti lattiero-caseari (preferendo il latte di soia)
Aumentare il consumo di patate, pomodori, peperoni, melanzane integrare cavolo, cavolfiore e altre verdure ricche di zolfo, utile per la pulizia del corpo. Promosse anche cipolle, carote, aglio, porri e rape, alternando i colori sulla tavola
Ridimensionare il numero di caffè e tè commerciali (fonti di acido urico) sostituendoli con tisane, orzo e malto.
Indicazioni utili: per tutto il periodo della dieta disintossicante è proibito assumere zucchero, sale e olio

Controindicazioni: è vero che con il digiuno è possibile perdere rapidamente alcuni chili, è altrettanto vero che la maggior parte di essi saranno acqua e qualche muscolo. Inoltre un digiuno prolungato potrebbe rallentare ulteriormente un metabolismo già lento, ostacolando il dimagrimento.
http://www.tecnologia-ambiente.it