LIMONATA ALLA CURCUMA: UNA BEVANDA NATURALE CONTRO LA DEPRESSIONE


LIMONATA ALLA CURCUMA: UNA BEVANDA NATURALE CONTRO LA DEPRESSIONE

La depressione è una malattia che miete un numero di vittime maggiore ogni giorno che passa.

Non ne risente solo la psiche, la depressione comporta anche disturbi del sonno e di tipo alimentare, quindi è a tutti gli effetti una malattia invalidante, che può essere curata con pesanti antidepressivi.

Ma uno studio (pubblicato sulla rivista Phytotherapy Research) ha evidenziato come, accanto a dei farmaci, ci sia anche una possibile alternativa tutta al naturale, che non solo non presenta alcun tipo di effetto collaterale, ma è anche una valida proposta che fa decisamente bene al corpo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: INSONNIA E DEPRESSIONE: TUTTA COLPA DI UN GENE

Si tratta di un particolare tipo di limonata…
Il rimedio 100% naturale di cui tratta lo studio proposto presso l’Università Medical College di Bhavnagar in India è una limonata alla curcuma.

I ricercatori sono arrivati alla conclusione che, grazie all’assunzione di una bevanda ricca di curcumina, contenuta nella curcuma, i pazienti abbiano manifestato miglioramenti non indifferenti, per nulla inferiori a quelli registrati con l’assunzione del Prozac, uno dei farmaci in commercio destinati a curare la depressione.

E se si vuole provare ad assumere questa limonata e a constatarne gli effetti benefici, non solo per quanto riguarda la depressione, ma anche inerenti ad un miglioramento delle condizioni generali di salute del proprio corpo, ecco la semplice e veloce ricetta per prepararla.

Tutto ciò di cui avete bisogno è:

550 ml di acqua
150 ml di succo di limone
2 cucchiai di miele
3 cucchiai di curcuma
100 ml di succo di mirtilli
succo di un’arancia rossa
un pizzico di cannella
Basta mescolare tutti gli ingredienti insieme e, una volta lasciata riposare in frigo, gustare un bicchiere di limonata alla curcuma ogni giorno dopo colazione.

FONTE: curioctopus.it


HAI TROVATO INTERESSANTE IL NOSTRO ARTICOLO? PROVA A LEGGERE ANCHE:

Facebook Comments

Comments are closed.